Un’altro caso di malasanità a Genova

ogginotizie.itFonte: ogginotizie.it

Di: ogginotizie.it

5 Novembre 2013

 

Genova – Periodo nero per la sanità genovese: terzo caso nel giro di pochi giorni sul territorio cittadino, questa volta a ponente. L’episodio incriminato si è svolto infatti nell’ospedale di Sestri Ponente, e risale al febbraio 2011: Costantino Mangiacapra, 64 anni, residente a Sampierdarena, morì dissanguato dopo complicazioni in seguito ad un intervento alla gola, nonostante fosse ancora ricoverato e sotto controllo medico.
L’accusa formale verrà formulata oggi dal pubblico ministero, contro il chirurgo che effettuò l’intervento, il quale dovrà rispondere dell’accusa di omicidio colposo. Sarebbe stata infatti l’accidentale perforazione di un importante vaso sanguigno la causa della morte del 64enne.
I problemi di sanguinamento, infatti, non furono improvvisi, bensì prolungati nelle due settimane post-intervento: inizialmente si pensò però che ad essere lesionata fosse stata la trachea. Quando la ferita si allargò all’improvviso era ormai troppo tardi per intervenire, e l’uomo morì in pochi minuti.
Fu l’autopsia a correggere le iniziali valutazioni, confermando invece la perforazione di un vaso sanguigno.

Translate »